martedì 23 luglio 2019

Il Matrimonio in panna, albicocca e kraft di Marco e Jenny

Marco e Jenny si sposano ! L ' annuncio mi arriva da Romano , il mio fidanzato ; Marco è il figlio di sua sorella . La notizia mi rallegra , perché Jenny è una ragazza che mi piace molto : mi sembra dolce quanto basta , ma ferma quando è importante esserlo . Credo che lei e Marco saranno felici insieme .
Mi chiedo se mi domanderanno di fare qualcosa per la loro festa , ma mi arrivano voci sul fatto che vogliono una cerimonia molto semplice seguita da un brindisi con poche persone . Peccato . . . mi era già venuta una bella idea per il tema e di conseguenza per il tableau : Dagli Appennini alle Ande , visto che lui ha passato belle vacanze nella casa di famiglia sull ' Appennino Tosco-Emiliano e lei è nata a Lima . Non importa , farò l ' invitata e basta ho pensato , ma se così fosse stato questo post non sarebbe stato scritto .
In realtà sono stata contattata per le partecipazioni , ne servivano poche e in tipografi storcono il naso se devono lavorare per pochi pezzi e fare anche una cosa originale ; io avrei potuto fare qualcosa di pensato per loro seguendo i gusti di Jenny che aveva già selezionato in Pinterest alcune ispirazioni .
I colori sarebbero stati panna , albicocca e kraft . Eravamo partite col pesca , ma i nomi avrebbero avuto poco risalto e anche la busta , fatta rigorosamente a mano su misura , sarebbe stata più spenta . Finite le partecipazioni ho chiesto cosa avessero in mente per la tavola . Non avevano ancora un progetto chiaro in testa e a quel punto ho proposto di regalare loro tutto ciò che di cartaceo poteva essere fatto . Ci siamo accordati su segnaposto e menù e poi ho aggiunto i segnaposto personalizzati per gli sposi , i ventagli per le signore e una cornicetta da consegnare insieme alla bomboniera , dopo che avevo inserito le foto istantanee scattate agli invitati con gli sposi .

Ecco la partecipazione. I nomi scritti in albicocca e il testo allineato a destra erano una richiesta della sposa . I caratteri usati e i materiali sono stati proposti da me



Ai ventagli albicocca pensati per le gentili ospiti ho aggiunto un ventaglio bianco personalizzato per la sposa

Quante scrapbookers hanno la fustella che serve per fare questo ventaglio e non la usano mai ? La carta giusta ( 220 grammi al metro quadrato ) e dei cordoncini adatti mi hanno permesso di costruire un gadget che è stato molto gradito

Il numero limitato degli invitati riuniti in un ' unica lunga tavolata ci ha fatto scartare l ' idea del tableau a favore dei segnaposto , che sono diventati anche bigliettini di ringraziamento per chi è intervenuto

Ho fustellato il cartoncino kraft e ho poi utilizzato il cartoncino crema e la carta albicocca per i decori esterni e interni 

Alla prima apertura compare il ringraziamento

Alla successiva i nomi degli sposi e la data
La mise en place si presentava così

Per gli sposi ho fatto due segnaposto molto più grandi , a forma di cuore , con le scrittenei due colori sfasati e un simbolo che li distinguesse : un cravattino per lui e un fiore per lei 


Il menù da appendere al collo della bottiglia anche se non è una novità sorprende sempre ed è anche molto pratico perché resta sul tavolo e non pone il problema di dover essere appoggiato da qualche parte mentre si mangia , considerando che alle cerimonie anche noi amanti delle borse di Mary Poppins ci presentiamo con la pochette



In aggiunta alla bomboniera con i confetti alla fine della serata è stata consegnata agli ospiti la cornicetta con la loro foto insieme agli sposi


Questa è l ' immagine del fustellato decorato . Anche questa fustella a mio avviso è sottovalutata , perché può essere utilizzata in molti modi . In questo caso il triangolo che a volte viene messo sopra per chiudere la cornice come fosse una busta è stato lasciato in basso per fare da piedistallo

Il regalo verrà poi completato con l ' album delle fotografie , ma per questo ci vorrà un po ' di tempo . Sicuramente quando lo realizzerò lo vedrete qui .

E prima di salutarvi una delle tante foto che ho scattato agli sposi ; una delle mie preferite perché esprime tutta la loro gioia e trovo sia molto dinamica




Ringrazio chi ha letto questo post e chi mi lascerà un messaggio .
A presto!
Claudia

domenica 7 luglio 2019

Minialbum Cigni, elaborazione di un progetto di Alessandra Desini, presentato al Meeting Nazionale ASI 2019

Eccomi di nuovo qui per presentare un  minialbum che regalerò nei prossimi giorni alla volontaria che si prende cura del Laghetto dei Cigni di Viareggio .
A pochi giorni di distanza dalla barbara uccisione del cigno maschio a Recoaro , cui ha fatto seguito la morte della compagna che ha smesso di mangiare e di bere per il dolore , a Viareggio una femmina di cigno stava covando le sue cinque uova quando dei vandali gliene hanno rubate due . A quel punto ha abbandonato il nido e solo l ' amore e la costanza della volontaria Nadia Cupisti l ' hanno convinta a ricominciare a covare . L ' 8 maggio è nato un bellissimo cignetto che la volontaria ha fotografato ogni giorno , permettendo a tutti di seguirne i progressi attraverso il suo profilo facebook .
Per testimoniarle il mio apprezzamento per quello che fa , anche se ancora non la conosco di persona , ho pensato di stampare alcune delle foto che ha scattato e di raccoglierle nel minialbum che ho fatto sotto la guida di Alessandra Desini al Meeting nazionale ASI del maggio scorso .
Come sempre ho apportato qualche modifica al progetto originale , ma poche cose , solo per dare più movimento all ' album o per inserire abbellimenti più adatti al tema . 

Ecco la mia versione

Una fascetta tiene chiuso  l ' album

Le foto sono distribuite in tre minialbum : uno con pagine rettangolari a sinistra e due con pagine quadrate al centro

La jornaling card non è completamente incollata come nel progetto originale ma è fissata solo in alto

Sotto la jornaling card ho inserito una foto

La foto resa flou dal vellum ora si svela e mostra il piccolo appena nato

Foto e abbellimenti sono posizionati in modo diverso rispetto alla proposta originale , ma in modo funzionale al tema

Anche qui la journaling card è incernierata in alto

. . . e nasconde la foto del cartello che indica la direzione da seguire per raggiungere il laghetto . Non mi piace l ' idea che la freccia sia rivolta verso l ' esterno , ma non potendola mettere su una pagina di destra ho preferito coprirla .

La famiglia al completo , quando il piccolo cigno ha già cambiato aspetto e ormai sembra un adulto in miniatura

I due minialbum della sezione centrale sono identici nella struttura, ma io li ho incollati in due modi diversi , in modo che non si aprano nello stesso modo

Sfogliando le pagine compaiono altre foto

L ' occhio attento della mamma e in alcuni casi anche del papà vigila

Attenzioni affettuose nelle immagini e frasi in tema famiglia

Il retro del minialbum con la mia firma e il giusto tributo all ' autrice del progetto . Ci vuole poco ed è doveroso secondo me . Vorrei che diventasse una prassi consolidata


Colgo l ' occasione per ringraziare Alessandra che è stata un ' ottima insegnante , ha redatto una dispensa perfetta , completa di ogni dettaglio necessario per portare a termine senza problemi la costruzione dell ' album e ha risposto in modo esauriente ad ognuna delle nostre domande .
Ringrazio anche voi che siete passati di qui e chi avrà il piacere di lasciarmi un commento.
A presto!
Claudia

venerdì 5 luglio 2019

Minialbum per il viaggio di nozze di Silvia Andreis

La Design Team member di Scrappiamo Insieme Silvia Andreis si è sposata e noi che al momento dell ' annuncio facevamo parte del DT insieme a lei abbiamo pensato di farle un regalo cumulativo ma frazionato , in modo che le rimanesse un unico regalo ma composto da più parti , e quindi un ricordo particolare di ognuna di noi .
La suddivisione dei minialbum è avvenuta in maniera molto pacifica , visto che ognuna di noi si sente più vicina a certe tematiche piuttosto che ad altre .
Io mi sono occupata del viaggio di nozze . In un primo tempo mi era stato detto che la meta sarebbe stata l ' Islanda . Non ho ancora fatto il mio album , ma ho comperato già molte carte adatte a fare da sfondo a foto di quei paesaggi , ma poi c ' è stata una deviazione su New York e Aruba e il mio progetto è completamente cambiato .

Il formato 16 x 16 centimetri non mi è particolarmente congeniale , ma ho cercato qualche trucchetto per aumentare gli spazi e le superfici e il risultato è quello che Silvia ha mostrato ieri nel video nel gruppo e che qui potete vedere attraverso la carrellata di foto .

La copertina non poteva avere niente in rilievo, perché i quattro minialbum delle stesse dimensioni , spessore compreso , avrebbero dovuto essere affiancati dentro un cofanetto, quindi ho giocato con gli intagli

All ' interno della copertina c'è una tasca nella quale ho inserito tre diverse schede dedicate al viaggio in generale e a New York in particolare . A destra il vero e proprio minialbum .

Sulla prima scheda ho messo una cascata di foglietti adatti al journaling o a foto in formato instax , nella seconda c'è una tasca e la terza è un doppio portafoto

Le stesse schede in visione più estesa

Il retro delle schede

La paginetta a fiori si apre e fa vedere il fenicottero . Il charm a fenicottero aiuta ad estrarre la scheda dalla tasca

Voltando la pagina con la tasca appare questa visuale e in azzurro si vede il retro della scheda . A questo punto la coppia di pagine si apre verso l ' alto

L ' album si presenta così perché ho usato un foglio 12 x 12 pollici che da una parte ha la fantasia legno e dall ' altra fiori , l ' ho piegato a metà nei due sensi e ho effettuato il taglio che mi ha permesso di creare la tasca

In basso a destra ho applicato un ' altra tasca nella quale è inserito un doppio cartoncino portafoto o porta journaling

Qui ho nuovamente usato un foglio grande piegato in quattro . I due folder laterali si estraggono completamente dalle tasche e possono contenere altre foto

Ecco i folder aperti , ma ancora infilati nelle rispettive tasche

Anche questo foglio si apre completamente verso l ' alto

Nell ' ultima pagina  l ' elemento decorativo si apre verso destra 

Si scoprono così un altro sentiment e un ' altra paginetta

Spero che Silvia e Stefano possano al più presto fare il loro viaggio e godersi ogni minuto di quelle giornate e spero che al ritorno Silvia abbia voglia di fissarne immagini e racconti in queste pagine .
Io ringrazio chi di voi ha letto questo post e in particolare chi vorrà lasciare il suo commento .
A presto!
Claudia

sabato 29 giugno 2019

Card portasoldi ma anche cornice portafoto per un matrimonio

Si sposa un ragazzo che anch ' io conosco da quando era al liceo e la mia cara amica Tiziana , invitata al matrimonio , mi chiede una card portasoldi nei colori del matrimonio , vale a dire verde con tante sfumature di rosa . I ragazzi vivono già insieme in una casa ormai avviata e non hanno fatto una lista per i regali , ma a me piace l ' idea che Tiziana possa sorprenderli con qualcosa che possa restare almeno per un po ' a ricordare questo giorno e quindi le propongo di inserire la busta con gli auguri e il denaro in un portafoto .
Come sempre prima di iniziare mi sono messa alla scrivania per fare uno schizzo del progetto e studiare le misure. Per ottenere un portafoto di misura standard (10 x 15 cm) sono partita da un cartoncino bianco martellato di 350 grammi al metro quadro in formato A3 . I cartoncini usati per la cornice e per le decorazioni sono invece di grammatura inferiore . La versatilità della struttura è data dal nastro di raso che chiude il biglietto e annodato diversamente rende stabile il portafoto .

Ecco le foto della mia creazione

Il cofanetto chiuso appare così
. . .  dopo aver scattato la foto ho tolto i pelucchi dal nastro , naturalmente . . .

Il cofanetto aperto presenta in alto la busta piegata , tenuta chiusa dall ' incastro tra petali e foglie

Nella busta è stato inserito il denaro e sulla parte centrale è stato scritto a mano il messaggio di auguri

La card piegata al contrario diventa un portafoto da appoggiare


Questo è il retro . Fiori e foglie sono stati posizionati sulla busta in modo che fossero gradevoli da vedere anche con la card distesa , ma sono nell ' esatta posizione quando la card è in versione chiusa

Da questa angolatura si può notare come il fiocco all'interno mantenga il portafoto stabile

Il matrimonio di Andrea e Amélie è oggi e presto saprò da Tiziana se la mia idea è piaciuta . Intanto ringrazio voi che siete passati di qua e dico un grazie particolare a chi avrà il piacere di lasciarmi un commento .
Auguro buone vacanze a chi sta per partire e do l ' arrivederci a chi continuerà a seguirmi anche nei prossimi post .
A presto !
Claudia

sabato 15 giugno 2019

Album Pinocchio dedicato al Teatro della Tosse

Questo è sicuramente l ' album che da più tempo desideravo fare . . . le foto sono state scattate e stampate nel 2006 e con questo ho detto tutto . Non è stata la pigrizia a trattenermi e nemmeno la mancanza di tempo . Vi potrà sembrare strano ma in tutti questi anni non ero mai riuscita a trovare le carte giuste per questo progetto e nemmeno la linea di timbri italiani a tema Pinocchio si è rivelata adatta , perché qui non si sta parlando della messa in scena della storia di Pinocchio che tutti conosciamo .
Per i non liguri è necessario che spieghi che il Teatro della Tosse che io ho avuto la fortuna di conoscere quando ancora stavo a Milano , quindi ben più di venticinque anni fa , non si esibisce in spettacoli tradizionali fatti di dialoghi su un palcoscenico , ma gli attori recitano monologhi in postazioni sparse .
Ogni estate l ' appuntamento ad Apricale è d ' obbligo , ma nel 2006 abbiamo avuto la fortuna di avere un fuori programma, con questo "Pinocchio cammina cammina" a Bussana Vecchia . La rivisitazione dei personaggi che si raccontavano in prima persona, prendendosela anche con l ' autore in qualche caso , mi ha folgorato .
Alla ripresa dell ' anno scolastico ho scritto alla compagnia chiedendo di poter avere il testo della fata turchina , perché mi sarebbe piaciuto leggerlo nelle classi per l ' 8 marzo . Ho avuto la sorpresa di ricevere per email la sceneggiatura completa e da quel momento ho cominciato a pensare all ' album . Ho scelto e stampato le foto , le ho messe da parte e ho cominciato a cercare le carte , senza mai trovare qualcosa che si potesse legare alle immagini e ai testi , finché al meeting nazionale ASI 2019 ho scoperto questa collezione .

Non ho potuto evitare la lunga introduzione e le foto sono tante , perciò chi non fosse interessato alle descrizioni più tecniche di scrapbooking può evitare di leggere le didascalie sotto ciascuna foto perché in quelle righe io spiegherò nel dettaglio come è stata costruita ogni pagina

L ' immagine del logo del Teatro della Tosse e tutte le scritte sono state stampate su una carta leggera simil pergamena . I bordi distressati, in copertina e all ' interno sono stati sporcati con tampone chalk marrone .
Le dimensioni di questo album sono 8x8 pollici .

Da questa prospettiva si nota la rilegatura e anche il ciondolo che decora il dorsino che ho fatto incollando tra loro due immagini speculari di Pinocchio, , tra le quali ho interposto del twine .

 La controcopertina dedicata a Geppetto , a sinistra , e la prima pagina dedicata alla Fata , a destra , si aprono entrambe verso l ' esterno. La pagina con Geppetto è tenuta chiusa da una flippette creata  con una delle scritte ritagliabili mentre la pagina della Fata è trattenuta da una coppia di calamite nascoste . In tutto l ' album ho usato carta rosso scuro , della tonalità presente nelle carte , per mattare le foto e carta verde per mattare i testi .

Ritagli a filo sono incollati sulla carta di base per arricchire lo sfondo . La qualità delle foto è bassa , visto che la rappresentazione si svolgeva in spazi normalmente non illuminati e non ho quindi potuto stamparle in grandi dimensioni .

A sinistra l ' unica foto grande dell ' album e a destra una tasca che contiene il testo dell ' intero monologo della Fata .

Il cartoncino verde è piegato in due e decorato , perché il monologo è lungo

Ingrandendo la foto c ' è la possibilità di leggere il testo completo , che secondo me induce a riflessioni molto interessanti .

La pagina a sinistra è dedicata al Grillo Parlante e quella a destra al Pescatore Verde . Ho voluto impaginare in un mdo particolare la foto e il testo dedicati al grillo. Sulla prima facciata del minialbum nella pagina ho incollato la foto e un grillo  ritagliato .

La parte centrale del mini è un mezzo foglio con questa immagine che non necessitava di nient ' altro . Ho però dovuto pensare a come cucire il foglio alla pagina senza toccare e rovinare il disegno . Uno dei tanti motivi per cui non amo i tutorial da seguire passo passo è che essendo forzatamente generici non possono tener conto degli accorgimenti e delle finezza che vanno studiate caso per caso . Ho impiegato un po' di tempo per fare due calcoli e per studiare il passaggio dei fili al fine di ottenere una cucitura salda ma anche piacevole e credo ne sia valsa la pena .

Il motivo per cui ho cucito la carta e non l ' ho incollata è che mi serviva la quarta facciata per il testo .

Nelle pagine dedicate al Gatto e alla Volpe oltre al testo e alla foto ho ripetuto in modo un po ' ossessivo le stesse immagini in diverse dimensioni .

Ho pensato di riempire il vuoto nella pagina a sinistra con il cerchio con l'albero per richiamare l ' albero alla base del quale Pinocchio ha sotterrato le monete avute in regalo da Mangiafoco . A destra la prima delle foto di Lucignolo

Un altra foto di Lucignolo e il suo monologo ; anche questo trovo sia significativo .

Mangiafoco a sinistra e l ' Omino di Burro a destra . Sul banner c ' è scritto Mangiafuoco, perché sul pad di carte è stampato così, in realtà nel testo originale è scritto alla toscana , come si potrà vedere anche dallo stralcio all ' interno .
 Nella pagina a destra c'è una tasca che contiene varie foto .

L ' immagine di Mangiafoco a sinistra è doppia : su quella stampata sul foglio, ne ho applicata una identica ritagliata e incollata con biadesivo spessorato sui tre quarti dell ' immagine, in modo da creare una tasca in cui inserire la foto .

Le foto nella tasca .

Ancora  foto nella tasca .

La pagina di sinistra è dedicata a Collodi . Ho decorato prima la parte interna , visibile nella foto seguente , poi ho applicato la card in modo che il testo sottostante rimanesse completamente nascosto e la tag per vivacizzare la parte chiara a sinistra . Nella controcopertina a destra si nota la presenza di una tasca , decorata con due tag  e un altro ritaglio , che contiene schede ricavate dalla carta della collezione e foto del gran finale sul retro .

Anche il testo su Collodi è illuminate . . . Tonino Conte ha fatto analisi incisive . a volte dure , ma assolutamente veritiere .

Le schede nella tasca .

Le ultime foto .


Ringrazio chi ha letto questo post e chi vorrà lasciarmi un commento su questo album così diverso dai miei soliti , per quanto riguarda la tematica , ma assolutamente in linea con quello che io penso debba essere un album scrap , pensato e realizzato per contenere foto e ricordi che non vogliamo si perdano e non , come è tanto di moda oggi , per far vedere quanto si è bravi a ritagliare, colorare e impaginare supporti da accumulare , in attesa di trovare foto con le quali riempirli .
Se passerete nella Liguria di Ponente in estate cercate di fermarvi ad Apricale una serata per assistere a una rappresentazione del Teatro della Tosse e vivrete un ' esperienza che non dimenticherete .
A presto!
Claudia