venerdì 15 febbraio 2019

Minialbum per i miei olivi: un progetto di Francesca Montorio per ASI Piemonte modificato


Continua la serie dei minialbum proposti ai meeting regionali ASI da me riadattati per accogliere foto scattate nel mio giardino . . . anche se in questo caso i protagonisti sono gli olivi , alberi meravigliosi .
Ho fatto alcune modifiche al progetto di Francesca, ma ne ho mantenuto la struttura, la collezione di carte e il lay out delle pagine . Ho sostituito alcune carte da lei scelte con altre della stessa collezione e ho scelto degli abbellimenti in linea con i soggetti delle foto :
Questo è il risultato

Le diversità cominciano dalla copertina : ho sostituito la scritta Ricordi con la composizione in cartonlegno , ho aggiunto alla nappina un charm con un albero di olivo e un fiorellino bianco con brillantino in mezzo che assomiglia tanto al fiore dell ' olivo e al posto del pizzo ho messo un fiocchetto con olive a decorare il secondo anello . Le foglie d ' olivo fustellate che ho messo in copertina hanno sostituito anche i fiori che nel progetto originale ricorrevano nelle pagine interne

in questa immagine ingrandita si vedono meglio i decori a tema

Ho scattato centinai di foto di Bussana Vecchia all ' alba e al tramonto , ma so che non mi abituerò mai a questa bellezza , capace di emozionarmi ogni giorno . Ho punchato dei salvabuchi dai ritagli delle carte , perché la pagina non mi sembrava ben rifinita senza

Nelle foto piccole i fiori in boccio

Dal mio barattolo dei bottoni di madreperla è uscito questo  dell ' identica tonalità dei fiori

Nella pagina di sinistra ho creato una tasca sotto la foto dei fiori ormai caduti a terra . Nel journaling spiego che guardando i fiori caduti si possono fare previsioni sul raccolto : se i fiori hanno il buchino al centro vuol dire che il loro ovario è rimasto sul ramo e si trasformerà in frutto . Nella pagina di destra le olive quando cominciano a formarsi

Le reti possono essere stese nelle zone tra gli alberi ma devono anche essere legate ai tronchi per essere certi non perdere olive

La scritta a sinistra si riferisce alla foto che qui si vede solo in parte

Il mio Brasile è esattamente ciò che ho pensato osservando questa inquadratura dalla portafinestra della mia cucina , ancor prima di prendere la macchina fotografica per fare o scatto . . . l ' amaca è veramente brasiliana . . 

Quei decori in juta e jeans , che si ritrovano in forma diversa in più pagine , li ho da non so quanti anni , mi erano piaciuti , ma non avevo trovato ancora l ' ambientazione perfetta per loro . Nella pagina a destra le olive verdi .

Anche nello scrap si seguono le mode , ma io uso che mi piace e non quello che è in auge, perciò non ho rinunciato alla mia Tilda raccoglitrice di olive

Questa foto prevedeva delle scritte bianche sui lati , ma non me la sono sentita di alterare in alcun modo questa immagine con le olive mature in primo piano e il sole che filtra tra i rami

Olive pronte per la raccolta , in parte verdi e in parte nere, per avere un olio dal gusto migliore

Le reti ammassate e le cassette piene di olive fotografate mentre il sole sta tramontando danno l ' idea della fine del lavoro della giornata . la stanchezza fisica ve la lascio immaginare . . .


Vi ringrazio per la vostra visita al mio blog ! Vi dico già che mi farà piacere leggere vostri eventuali commenti !
Arrivederci a presto! 
Claudia

martedì 22 gennaio 2019

Minialbum Andalo su progetto di Daniela Caré

Al meeting ASI Lombardia di domenica 13 Daniela Caré ci ha presentato uno dei suoi deliziosi minialbum , dedicato alla prima settimana bianca con i suoi bambini . Lo potete vedere qui .
Come spesso succede ho usato carte e abbellimenti che avevo già , in luogo di quelli proposti nel kit , perché mi piace personalizzare gli album scegliendo i materiali che ritengo siano più adatti a valorizzare le mie foto , però sono rimasta perfettamente fedele alla struttura di base e anche all ' impaginazione , infatti ho messo foto delle stesse dimensioni delle sue nelle pagine corrispondenti .
Questo è il risultato

Al posto dell ' acetato a pois stampati dell ' originale ho usato un acetato un po' più rigido che ho embossato con un embossing folder nevicata , con i pallini di varie dimensioni che scendono a distanze irregolari . L' ho trovato adatto al tema .













Grazie a a chi mi segue regolarmente , grazie a chi ha occasionalmente letto questo post e ancora grazie a chi avrà piacere di lasciarmi un suo commento , ma grazie soprattutto a Daniela che ha il pregio di proporre progetti che sono invogliata a finire e che non perde occasione per insegnarci qualche nuovo trucchetto ,
A presto 1 
Claudia

martedì 15 gennaio 2019

Album per il Viaggio di Nozze di Alessandra e Umberto

Buon anno a tutti ! Finalmente è arrivato il momento di cominciare a pubblicare i lavori fatti e terminati da un po' , ma che giustamente dovevano essere consegnati prima di essere mostrati .
Il progetto che sicuramente mi ha occupato più a lungo è stato quello che vi presento oggi . I miei cari amici Alessandra e Umberto , per i quali devo ancora fare l ' album del matrimonio che vedrete non so quando , hanno fatto un bellissimo viaggio di nozze in Grecia durante il quale hanno scattato migliaia di foto . Il primo problema da affrontare è stato quello della scelta , perché loro l ' hanno demandata a me, consegnandomi una chiavetta con tutte le immagini . 
Il lavoro di scrematura è stato lunghissimo ed è proceduto per eliminazioni successive . Prima ho scartato le foto in cui uno dei due non era venuto bene : perché immortalare una smorfia o un viso tagliato in un album che verrà sfogliato tutta la vita ? Successivamente ho eliminato tutte le foto scattate nei musei , a meno che non ci fosse anche uno di loro accanto al reperto . L ' unica eccezione è la maschera d ' oro di Agamennone , perché l ' emozione che si prova nel vederla dal vero è indescrivibile ; io l ' ho rivissuta guardando la loro foto e l ' ho messa nell ' album perché anche a loro so che darà sempre i brividi .
Fatta la scelta sono passata alla stampa, progettando via via ogni pagina in modo da stampare le foto nel giusto formato . . . giusto secondo me , naturalmente . . .
Ho scelto il cartoncino di base blu e come patterned ho usato diversi pad di carte perché a me piace mescolare le collezioni mantenendo ovviamente armonia tra le pagine .
Ho anche deciso di inserire le foto scattate dall ' aereo e i loro primissimi piani , che lasciavano poco spazio al paesaggio , in un minialbum che potesse avere vita a sé e per questa parte ho usato il midori che Silvia Andreis ha presentato a un meeting ASI Piemonte dello scorso anno .
Vi lascio alle foto che sono tantissime ed eviterò le didascalie che non riterrò strettamente necessarie per non finire con l ' annoiarvi .

Ecco le foto

Il mini midori e  l ' album grande (rilegato col mio sistema della doppia spirale) possono essere portati in giro singolarmente e poi riposti nel cofanetto che li protegge. Per il mini ho creato una cornice in cui alloggiarlo e fissarlo tramite un nastro che si annoda, mentre l ' album grande è infilato in una tasca incollata alla copertina-cofanetto


si comincia con lo sfogliare il minialbum
























e adesso il viaggio , tappa per tappa

la pagina di destra si apre verso l ' esterno



apertura verso destra della pagina precedente per poter contenere una foto grande







mezze pagine , tasche e inserti movimentano la struttura di base




non possono mancare parti in cui scrivere ricordi e annotazioni importanti














ancora una tasca contenente tag con altre immagini










Il cofanetto chiuso e aperto .
Il magnete che lo chiude è uno di quelli grandi pensati per le borse


Ringrazio chi ha avuto la pazienza di leggere e guardare tutto e ancor di più chi lascerà un commento dando a tutti l ' arrivederci a presto .
Claudia