giovedì 17 febbraio 2011

Card-Minialbum maschile

Il nipote del mio fidanzato si è laureato in giurisprudenza a Pisa e, per accompagnare il regalo di gruppo (o di famiglia allargata che dir si voglia), ho pensato di riciclare il collaudatissimo schema del minialbum ricavato da un foglio, per fare una card in cui ho piazzato un bel po' di foto della giornata, opportunamente ridimensionate o ritagliate secondo le mie esigenze.
Le foto "catturate" da facebook, direttamente dall'album del festeggiato, hanno accresciuto la sorpresa del neodottore e degli altri invitati all'happy hour organizzato sabato scorso a Viareggio (prima tappa di quel turbinio di eventi concentrati, cui ho fatto cenno nel post precedente).
Come sempre, quando si tratta di fare qualcosa destinato ad un uomo, sorge il problema della scelta dei colori e degli abbellimenti. Io sono stata facilitata dall'austerità dell'aula magna in cui si è svolta la discussione e dalla tradizione che vige a Pisa di piazzare una corona d'alloro in testa al neolaureato.
Poiché questo poteva essere per Marco un bel ricordo di famiglia, ho aggiunto con l'escamotage della scritta "at home", anche la foto della sorella che vive a Milano e quel giorno non c'era, e quella della nonna che non si è potuta muovere per motivi di salute.
Questo è il risultato:




Il 4 inserito tra le parole only e you è di legno, timbrato con lo stesso chalk usato per colorare i bordi stressati. 
Le scritte sono applicate con biadesivo di diversi spessori
Nella frenesia per la partenza, perché naturalmente io mi muovo sempre come una pallina da flipper, mi sono dimenticata di fotografare il retro della card, dove avevo incollato in diagonale una scritta "Heppiness", avevo scritto i quattro nomi dei partecipanti al regalo e impresso il timbrino tondo con la scritta "fatto a mano".
Cosa ve ne pare?
Grazie per l'attenzione e per i vostri commenti
Claudia

2 commenti:

  1. Bellissimo prof, come sempre!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo,pieno di particolari, curato e davvero adatto ad un ragazzo! Ciao! Pat

    RispondiElimina